domenica 12 marzo 2017

Rimmel London: The Only 1 Matte Lipstick & Scandaleyes Reloaded Extreme Black Mascara.

Inizia una nuova settimana ed arriva sul blog una nuova review su due prodotti novità di casa Rimmel usciti da poco sul mercato: oggi vi parlo del The Only 1 Matte Lipstick nella nuance 500 Take The Stage e dello Scandaleyes Reloaded Extreme Black Mascara.

The Only 1 Matte Lipstick
Colorazione: 500 Take The Stage
Contenuto: 3,4 g
PAO: 30 mesi
Prezzo al pubblico suggerito: 9,90 €
Dei rossetti classici The Only 1 ve ne ho già parlato in una precedente review (che potete leggere cliccando qui) e devo dire che li ho apprezzati davvero moltissimo. Il loro finish è semi-opaco e la loro formulazione emolliente e molto confortevole. Sono dei rossetti che hanno riscosso davvero un notevole successo tant'è che Rimmel ha voluto riproporli anche in un altro finish: nascono così i The Only 1 Matte, dei rossetti dal finish opaco e vellutato sulle labbra. Il packaging dei nuovi The Only 1 Matte ha lo stesso design dei precedenti rossetti, ma colori differenti: è in plastica rossa opaca con impresso il nome del marchio su un un lato del tappo ed il simbolo del marchio (una corona) sulla parte superiore di quest'ultimo. Il bullet è in alluminio argentato mentre il rossetto è tagliato in maniera obliqua e ha forma cilindrica.
La texture di questo rossetto è ancora idratante, ma meno scivolosa rispetto ai precedenti rossetti dal finish semi-matte: si aggrappa bene alla superficie delle labbra risultando essere così molto fermo e a prova di sbavature. Pur essendo matte, il tratto è abbastanza morbido nella stesura e la formulazione confortevole e non eccessivamente secca: nella formulazione di questi rossetti infatti è contenuto un leggero olio emolliente combinato ad un polimero liquido che regalano una piacevole sensazione di comfort ad azione anti-secchezza poiché l'olio che viene assorbito dalle labbra è in grado di creare una sottile pellicola, una sorta di film, tra la pelle ed il pigmento che impedisce alle labbra di disidratarsi eccessivamente. La copertura è totale e la stesura direttamente dal bullet risulta essere davvero omogenea e molto precisa grazie al taglio trasversale del rossetto che fa si che non sia necessario utilizzare un apposito pennellino labbra per definire i contorni di queste ultime.
Il rilascio di colore è pieno sin dalla prima passata (come potete osservare dallo swatch sovrastante) e soprattutto il colore intenso che si vede nello stick è identico e fedele poi a quello che si osserverà una volta steso il rossetto sulle labbra. L'insieme di tutte queste caratteristiche fa si che i rossetti The Only 1 Matte abbiano un'ottima durata e resistenza: sono rossetti che rimangono piacevoli da indossare sulle labbra non seccandole per 4-5 ore piene ed anche mangiando resistono bene svanendo leggermente al centro labbra. Grazie poi alla loro particolare texture sono facilmente ritoccabili ed anche se stratificati non creano accumuli di prodotto ma riescono a fondersi bene con lo strato steso in precedenza senza creare antiestetici stacchi di colore.
 The Only 1 Matte è al momento disponibile in 10 diverse colorazioni, io ho potuto provare la 500 Take The Stage che risulta essere un rosso classico abbastanza neutro (non spiccatamente caldo e con una componente fredda leggermente più preponderante), una tonalità dal fascino senza tempo, elegante e sensuale.

Scandaleyes Reloaded Mascara
Colorazione: Extreme Black (in Limited Edition)
Contenuto: 12 ml
PAO: 12 mesi
Prezzo al pubblico suggerito: 12,20 €
Anche del mascara Scandaleyes Reloaded vi ho già parlato in un'altra review (per chi se la fosse persa la trovate qui): quello testato in precedenza è la versione classica mentre quella che vi recensisco oggi è una nuova versione di colore in edizione limitata (quindi se volete acquistarlo fatelo al più presto prima che non lo troviate più nei negozi!).
Essenzialmente il mascara è pressoché similare al precedente con l'unica eccezione, appunto, della nuance. Per quanto riguarda il packaging quindi questo è identico per forma e dimensione al mascara Scandaleyes Reloaded tradizionale ma ha colori diversi: tutto completamente nero con scritte color arancione specchiato a contrasto.
Anche l'applicatore è identico a quello del mascara precedente: dimensioni maxi per questo scovolino dalla forma conica e telescopica con un'alta densità di setole ed una punta leggermente affusolata, bello 'cicciotto' per donare un buon volume alle ciglia e catturare anche quelle più piccole e difficili da raggiungere. Trovo che sia un mascara che funziona benissimo sulle ciglia inferiori, riesce a donar loro un volume notevole, mentre su quelle superiori l'effetto volumizzante è nella media.
La texture di questo mascara è bella fluida e cremosa, per nulla grumosa e densa al punto giusto per non sbavare ed ha una tenuta davvero elevata (non si secca eccessivamente durante tutto l'arco della giornata). Nella formulazione di questo mascara sono contenuti polimeri ultra-shine che rivestono i pigmenti extra neri (da qui il nome alla nuance, Extreme Black) regalando alle ciglia un effetto lacca nero intenso. Quanto alla sua rimozione, questa è davvero semplice e non lascia traccia: si rimuove infatti facilmente con della semplice acqua calda.
Rispetto alla versione precedente nera, questo sicuramente ha una colorazione molto più intensa ma la stessa durata long lasting. Per chi ama il nero nella sua componente più dark e piena è sicuramente un mascara da provare!

Con questo è tutto, siamo arrivati alla fine di questa review e come al solito un ringraziamento va a Giulia e a Rimmel per avermi inviato questi prodotti da testare! Restate sintonizzati però, perché le novità non finiscono mai: sono infatti in arrivo dei nuovi prodotti Rimmel di cui vi parlerò a breve! 
Che ne dite di questi due prodotti? Vorresti provarli? Vi hanno incuriosito? :D
Lasciatemi un vostro commento qui sotto se vi va!

Testati e recensiti per voi, alla prossima review ;)

lunedì 6 marzo 2017

Collaborazione con Queen Bio & Review ombretti N. 06 e N. 15 di PuroBio Cosmetics.

Buon giorno! Sono sparita, lo so, ma sono davvero stra impegnata in questo periodo e non ho potuto rispettare in pieno le usuali tabelle di marcia per le pubblicazioni sul blog.
By the way, rieccomi qui con una nuova review dedicata alla presentazione di uno shop online che si chiama Queen Bio ed ai due prodotti che ho avuto modo di testare grazie ad esso, due ombretti di PuroBio Cosmetics.
Queen Bio è uno shop sia fisico (con sede in Via Guglielmo Marconi 23, 01100 Viterbo) che online dedito alla vendita di prodotti di biocosmesi.
Giada, la titolare di Queen Bio, ha operato una bella selezione di marchi all'interno del suo shop creando così un buon assortimento per soddisfare al meglio ogni esigenza di qualsiasi cliente che si rivolge al mondo del bio. Su questo e-commerce troverete disponibili marchi come PuroBio Cosmetics, Nabla Cosmetics, Naturaequa, Madara Cosmetics, Phitofilos e via discorrendo, solo per citarvene alcuni. Il cliente è tenuto in alta considerazione tant'è che in ogni pacco vengono sempre inseriti alcuni campioncini prova, che risultano essere degli omaggi sempre graditi e permettono al cliente di provare così nuovi prodotti. Inoltre l'assistenza che si riceve è celere e cordiale (la risposta è davvero rapida ed esauriente anche tramite la pagina FB di Queen Bio). Per quanto riguardano invece le note più tecniche, per la spedizione dei pacchi questi vengono spediti di norma entro 1-2 giorni lavorativi con corriere DHL (quindi con spedizione dotata di tracking).
Per quanto riguarda invece i costi delle spese di spedizione questi variano in base all'importo dell'ordine effettuato:
- per ordini da 0 € a 24,99 € -> 5,90 €
- per ordini da 25,00 € a 39,89 € -> 4,50 €
- per ordini a partire da 39,90 € -> spedizione gratuita
Per i pagamenti infine su Queen Bio è possibile pagare con bonifico bancario, carte di credito, carte prepagate (Postepay ecc.) e PayPal.
Per questa collaborazione mi è stato permesso di scegliere due prodotti da testare e la mia scelta era ricaduta sull'ombretto N. 15 ed il rossetto 06 entrambi di PuroBio Cosmetics, tuttavia c'è stata una lieve incomprensione ed al posto del rossetto ho ricevuto l'ombretto N. 06 Viola. Poco male perché ad ogni modo ho apprezzato quest'ombretto, sebbene la curiosità di provare i loro rossetti mi è rimasta! In aggiunta, come vi ho accennato prima, ho ricevuto anche tre samples di prodotti viso e corpo del marchio Naturaequa che non ho ancora avuto modo di provare.
 Ma veniamo ora ai protagonisti di questa review che sono gli ombretti di PuroBio Cosmetics. Ero davvero curiosa di provare gli ombretti di questo marchio e devo dire che hanno superato di gran lunga le mie aspettative, tant'è che, da amante degli ombretti quale sono, ora desidero acquistarne degli altri!
Partendo dal packaging questo è quasi lo stesso per entrambi gli ombretti sebbene, a livello di dimensioni del pack esterno, quello dell'ombretto 06 è lievemente più grande di quello dell'ombretto 15 ma la dimensione delle due cialde è identica. Il pack esterno è di cartone sottile aperto su due lati e presenta una grafica a pois simpatica e giocosa: grazie alle aperture laterali permette di sfilare il pack primario (al cui interno è alloggiata la cialda tenuta ferma da un piccolo magnete che può quindi essere facilmente rimossa ed alloggiata in un'altra palette dal fondo magnetico) in modo semplice ma al contempo protegge quest'ultimo da aperture indesiderate. Il pack primario infatti, costituito da cartone e spugna, si apre a libro ma non ha una calamita che sigilli la confezione e pertanto può aprirsi accidentalmente (anzi resta aperto del tutto). Dal punto di vista del packaging quindi credo che PuroBio potrebbe fare molto di più e rivedere decisamente queste confezioni per renderle più pratiche e sicure: personalmente le trovo davvero troppo minimal e poco curate.
Venendo alle cialde, ognuna di esse contiene 2,5 gr di prodotto con un PAO di 12 mesi ed il prezzo consigliato di vendita è di 6.90 €.
Qui di seguito trovate le due schede prodotto relative ai due ombretti che ho testato, vi lascio i link diretti per poterle acquistare su Queen Bio:

Gli ombretti PuroBio Cosmetics si fanno subito notare per la loro superficie piena di pigmenti visibili ad occhio nudo, espressione visiva di una texture che al tatto si presenta come burrosa e vellutata ed una colorazione riccamente pigmentata. Dal punto di vista della formulazione invece questi ombretti sono Nickel tested, vegan Ok e certificati biologici da ccpb. Di seguito vi riporto gli INCI completi degli ombretti rispettivamente N. 06 e N. 15.

INCI ombretto N. 06:
MICA, CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), SQUALANE, GLYCERIN*, GLYCERYL OLEATE CITRATE, PARFUM (FRAGRANCE), CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, TOCOPHEROL, CI 77491 (IRON OXIDES), SIMMONDSIA CHINENSIS SEED OIL (SIMMONDSIA CHINENSIS (JOJOBA) SEED OIL)*
* ingredienti biologici/organic ingredients

INCI ombretto N. 15:
MICA, CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), SQUALANE, GLYCERIN*, GLYCERYL OLEATE CITRATE, CI 77491 (IRON OXIDES), CI 77499 (IRON OXIDES), CI 77492 (IRON OXIDES), PARFUM (FRAGRANCE), CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, TOCOPHEROL, SIMMONDSIA CHINENSIS (JOJOBA) SEED OIL*
* ingredienti biologici/organic ingredients
Come vi ho accennato poc'anzi, la texture di questi ombretti è davvero setosa, sono incredibilmente burrosi e si stendono in maniera uniforme già alla prima passata, generando davvero un minimo fall out (quasi del tutto inesistente). La pigmentazione è davvero elevata ed il colore pieno alla prima stesura quest'ultimo tuttavia può essere ulteriormente intensificato stratificando il prodotto o sublimato, ottenendo così una brillantezza estrema, semplicemente vaporizzando dell’acqua sul pennello prima di prelevare l’ombretto. Utilizzando gli ombretti shimmer di PuroBio da bagnati se ne esaltano davvero tutti i riflessi, specie nel caso dell'ombretto duochrome, ma anche da asciutti le loro performance in fatto di colorazione sono eccellenti.
L'ombretto N. 06 Viola è un bellissimo viola di media intensità dal finish shimmer, molto luminoso, mentre l'ombretto N. 15 Duochrome Rosa Antico e Tortora ha una base color tortora violaceo sublimata da riflessi rosa cangianti.
Nonostante abbia diversi ombretti di tonalità similari a quelle di questi due ombretti PuroBio ho voluto confrontare ciascuno di essi con un altro ombretto, quello che gli si avvicinava maggiormente e potrebbe essere considerato quasi un dupe: nella foto sottostante vi metto a paragone l'ombretto N. 06 Viola con Juno Moon di Nabla Cosmetics e l'ombretto N. 15 con Plum Passion di Eyemimo.
Come si evince dalla foto, Juno Moon è un viola con una componente più calda e brillante rispetto all'ombretto 06 di PuroBio, mentre Plum Passion, pur non essendo un colore duochrome e non presentando quindi una satinatura rosata, condivide con l'ombretto 15 di PuroBio la stessa base violacea/tortora ma risulta essere più spento.

Oltre alla texture e alla pigmentazione, ho apprezzato tantissimo anche la durata di questi due ombretti PuroBio che sulla mia palpebra normale ha equiparato la durata di ombretti decisamente non bio (senza l'utilizzo alcuno di basi o primer). Applicati al mattino sono ombretti che ritrovo perfettamente intatti fino a sera: se applicati da asciutti perdono leggermente in intensità di colore ma da bagnati mantengono inalterata la vividezza dei loro riflessi
Qui di seguito vi mostro due proposte di makeup realizzate utilizzando questi due ombretti: nella prima ho utilizzato lo 06 da asciutto su tutta la palpebra mobile, mentre nella seconda il protagonista è l'ombretto 15 steso da bagnato su tutta la palpebra mobile e nella rima esterna inferiore.


Tirando le somme posso dire di essere rimasta davvero colpita dagli ombretti PuroBio e sono certa che ne proverò di altri! Le loro performances sono eccellenti sotto tutti i punti di vista (texture, formulazione, pigmentazione e durata) e non posso che consigliarvene l'acquisto, tenendo conto anche del loro ottimale rapporto qualità/prezzo!
Vi invito caldamente a visitare Queen Bio per i vostri futuri acquisti e ringrazio di cuore Giada per avermi permesso di testare questi prodotti e parlarvene in dettaglio.
Ora ditemi, avete provato questi ombretti o vorreste farlo? 
Vi sono piaciute le mie proposte di makeup?
Lasciatemi un commento proprio qui sotto!

Testati e recensiti per voi, alla prossima review ;)

domenica 19 febbraio 2017

blackUp: seconda collaborazione.

Torno a parlarvi di un marchio con cui ho avuto il piacere di collaborare mesi fa e che vi ho fatto conoscere e direi anche apprezzare (a giudicare dai commenti positivi ricevuti sulla mia pagina FB e qui nel blog): oggi vi presento altri prodotti di blackUp, tra cui alcune nuove uscite. Non mi dilungo oltre a presentarvi nuovamente il marchio, pertanto per chi non avesse letto la precedente review e/o non conoscesse il marchio vi rimando alla sua presentazione che potete leggere qui.
 Per questa seconda collaborazione mi sono stati inviati cinque prodotti, che sono quelli che vedete nella foto sottostante: nello specifico ho ricevuto una tipologia di prodotto già presente in gamma (il Lipstick nelle due tonalità 24 e 35) ed altri due nuovi prodotti lanciati da poco sul mercato (nello specifico un rossetto liquido che ho ricevuto in due varianti di colore differenti ed un eyeliner/mascara glitterato).
Ogni prodotto di blackUp presenta un packaging secondario che è identico per tutti (dimensioni a parte): è costituito da una scatoletta in cartoncino rigido nera con scritte bianche a contrasto molto minimal che riporta sulle sue facciate tutte le informazioni relative al prodotto contenuto (tipologia e descrizione del prodotto, codice/numero identificativo, quantità contenuta, PAO ed INCI).

Matte Liquid Lipcolor
Contenuto: 7 g
PAO: 18 mesi
Prezzo: 27,50 $ (circa 25,90 €)
Il primo dei nuovi prodotti lanciati sul mercato da blackUp è il Matte Liquid Lipcolor che, come dice il nome stesso, è un rossetto liquido dal finish opaco. E' contenuto all'interno di un tubo classico da gloss in plastica per più di metà nero con su impresso il nome del marchio e per una porzione trasparente (da cui si intravede il colore del prodotto contenuto all'interno). Ha un tappo in plastica nero con apertura a vite e sulla base inferiore è apposto un bollino adesivo che riporta il numero della colorazione. Un pack tutto sommato semplice che però a contrasto con i colori dei prodotti risulta essere alla fine attrattivo e colorato.
L'applicatore è il classico in spugna porosa che assorbe e rilascia il colore in maniera molto uniforme visto anche le sue dimensioni: è abbastanza largo e piatto visto frontalmente, mentre visto lateralmente è sottile al pungo giusto e leggermente sagomato per adattarsi alla forma delle labbra. E' inoltre anche abbastanza flessibile, ma mantiene comunque un'adeguata rigidezza. Trovo che un applicatore del genere sia davvero ottimale poiché permette una stesura in tutto e per tutto, sotto qualsivoglia punto di vista, ottimale: il colore viene rilasciato in maniera graduale ed omogenea, si riescono a definire con precisione i bordi con il lato più sottile mentre col lato più ampio in poche passate si ricopre tutta la superficie delle labbra.
 I Matte Liquid Lipcolor hanno una formula quasi per nulla liquida, con una texture abbastanza densa ma fluida: nella stesura sembra di stendere un rossetto in mousse sulle labbra che però si asciuga molto velocemente fissandosi sulle labbra in davvero breve tempo. La formulazione di questi rossetti è poi No Trasfer: non si trasferiscono se si bacia ma la caratteristica di No Transfer vien via appena si tocca del cibo leggermente untuoso pertanto questo non trasferimento non è totale e lascia il tempo che trova.
Il finish che questi rossetti liquidi realizzano sulle labbra è matte, effetto velluto: grazie alla texture confortevole non seccano le labbra che restano piacevolmente opache e vellutate per molte ore anche dopo la loro applicazione. Trascorse quelle 4 ore circa iniziano a farsi sentire sulle labbra, ma non in maniera eccessiva. 
La pigmentazione è davvero eccellente e piena alla prima passata: sulle labbra lo 03 però necessita di almeno due passate per essere davvero pieno ed omogeneo mentre lo 09 è perfetto già con una sola passata di prodotto. 
Già da questa distinzione si capisce come, pur parlano dello stesso identico prodotto, la resa vari da colorazione a colorazione: per quanto riguarda la 03 questa ha una resa decisamente inferiore alla 09. Il rossetto liquido 03 infatti anche se si mangiano piatti non eccessivamente oleosi vien via quasi subito permanendo solo lungo i bordi, mentre lo 09 (testato mangiando le stesse pietanze) resiste indelebile senza svanire neppure al centro labbra. Naturalmente se parliamo di cibi oleosi non c'è rossetto liquido che tenga ed anche questi svaniscono a partire dalla mucosa labiale in maniera decisamente omogenea e senza cadere a pezzi
La durata, va da sé, così come la resa varia da nuance a nuance ed in dipendenza di cosa si va a mangiare/bere, ma ad ogni modo senza toccare cibo eccessivamente oleoso questi rossetti liquidi resistono bene ed in media durano intatti circa 5 ore

Quanto alle nuance, il Matte Liquid Lipcolor è disponibile in 9 diverse colorazioni di cui io ho ricevuto la 03 che è un fucsia freddo acceso quasi neon e la 09 che è una nuance molto particolare, un po' blu un po' viola con dei microglitter fucsia al suo interno.

Ho provato diversi rossetti liquidi e questi per le loro caratteristiche ed anche per il loro prezzo elevato non rientrano tra i miei preferiti, di certo non sono i migliori in commercio. Dello 03 non ne consiglio l'acquisto (sia per le sue prestazioni non molto soddisfacenti sia per la colorazione abbastanza standard) mentre dello 09 si, merita moltissimo per resa/durata/colore particolarissimo!

Lipstick
Contenuto: 3 g
PAO: 36 mesi
Prezzo: 23,00 $ (circa 21,70 €)
 Il Lipstick di blackUp è un prodotto già presente nella gamma permanente di questo marchio francese ed è un classico rossetto dal finish semi-matte o satin (a seconda delle colorazioni). Il packaging è molto sobrio: nero con una striscia di colore posta alla base del bullet che riprende la stessa tonalità del rossetto. In tal modo è facile identificare il colore del rossetto contenuto al suo interno che altrimenti non sarebbe riconoscibile se non svitando il tappo del prodotto stesso. Sulla superficie del rossetto è impresso il termine Up che si rifà al nome del marchio.
 Entrambi i  rossetti ricevuti fanno parte della categoria semi-matte anche se di matte alla fine dei conti hanno ben poco. Il loro finish resta abbastanza lucido, si opacizza davvero un minimo. La texture è particolarmente cremosa, ma di quel cremoso quasi in gel che necessariamente comporta l'utilizzo di una matita labbra abbinata per evitare che il rossetto migri dopo nemmeno pochi minuti dalla sua applicazione. E' una texture quindi alla quale bisogna prestare la massima attenzione soprattutto in fase di stesura. Il rossetto applicato direttamente dal bullet non offre una precisa applicazione e definizione dei bordi pertanto bisogna armarsi di apposito pennello labbra per delineare al meglio i bordi di queste ultime. Il tratto è proprio molto scorrevole e la pigmentazione è decisamente elevata. Quanto alla stesura questa è molto omogenea (un pelino di meno per la colorazione più scura ma nulla che non si riesca a gestire con un po' di accortezza e pazienza).
 La durata di questi rossetti, ahimè, non è per nulla soddisfacente: vista la loro formulazione molto idratante ed il loro finish cremoso e lucido sono dei rossetti che tendono a sbavare in men che non si dica. Non si aggrappano bene alle labbra pertanto appena si tocca cibo o bevande vanno via inesorabilmente. Occorre, come preventivamente accennato, utilizzare un'apposita matita labbra ed in tal modo il rossetto riesce a resistere 3 ore piene circa.

 I Lipstick di blackUp sono disponibili in ben 30 referenze colore di cui io ho ricevuto il 24 che è un color amarena caldo, un berry di media intensità con una punta di rosso al suo interno, ed il 35 che è un arancio molto acceso e fluo.

Viste le caratteristiche di questi prodotti ed il loro costo che non è per nulla contenuto non mi sento di consigliarvi l'acquisto di entrambi questi rossetti.
Se cercate un rossetto idratante ma con un ottimo rapporto qualità/prezzo a questo punto vi consiglio di provare i matitoni labbra dello stesso marchio, che vi ho recensito nella prima review su blackUp e che ho trovato davvero favolosi.

2in1 Shimmering Mascara & Liner
Contenuto: 4,5 ml
Prezzo: non presente sul sito
 Il 2in1 Shimmering Mascara & Liner è il secondo prodotto novità di blackUp ed è un prodotto dal duplice uso che può essere utilizzato sia come mascara che come eyeliner. Il prodotto è contenuto in un tubetto di plastica trasparente con tappo a vite a cui è collegato l'applicatore che permette di applicare il prodotto sulle ciglia o sulla palpebra. Presenta alla sua estremità delle setole di media lunghezza non molto compatte fra di loro per poter realizzare delle linee di eyeliner mentre sul corpo ha dei solchi caratteristici che permettono di appoggiarvi su le ciglia e trasferire su di esse il prodotto come se fosse un mascara. Utilizzando il prodotto come eyeliner si riescono a creare delle righe abbastanza precise e piene effettuando più passate e stratificando il prodotto, mentre come mascara il prodotto non da il meglio di sé in quanto non riesce a colorare queste ultime totalmente (ma si intravedono solo dei glitter qui e li). La colpa è da imputare sia all'applicatore, che trovo non bene progettato, ma anche alla texture del prodotto. Quest'ultima è abbastanza collosa, una sorta di gel trasparente in cui sono immersi dei microglitter dorati.
Il rilascio dei glitter non è omogeneo, ma il prodotto ha il vantaggio di poter essere tranquillamente stratificato. Tuttavia sovrapponendo più strati il prodotto tende a non asciugarsi e quindi ad esempio a stampare sulla palpebra se usato come eyeliner. Il prodotto in ogni caso non si asciuga mai del tutto e pertanto resta colloso e rischia di finire nelle pieghe dell'occhio o sbavare.
La durata di questo prodotto è, ahimé, irrisoria: non asciugandosi del tutto è praticamente controproducente utilizzarlo poiché si rischia di compromettere l'integrità del trucco occhi pertanto sebbene come eyeliner si stenda meglio che come mascara è meglio evitare di utilizzarlo come eyeliner (dal momento che tende a smuoversi) ed utilizzarlo invece come mascara (dando così alle ciglia dei bagliori di luce che illuminano lo sguardo ed il trucco occhi).

Anche questo prodotto non mi sento di promuoverlo perché trovo che con una tale formulazione ed applicatore non è possibile quasi utilizzare il prodotto in sé al pieno delle sue potenzialità.

In definitiva, questa seconda collaborazione mi ha lasciata molto meno entusiasta della precedente: promuovo solamente i rossetti liquidi che seppure abbiano un prezzo eccessivo per le loro caratteristiche che non sono ottimali restano comunque dei prodotti validi. Ringrazio ancora una volta blackUp ed ora voglio sapere da voi se questi prodotti vi hanno colpito o meno. Li provereste?
Lasciatemi qui sotto un commento :D

Testati e recensiti per voi, alla prossima review ;)

mercoledì 8 febbraio 2017

Piteraq: collaborazione.

Rieccomi qui con una nuova review ed un nuovo marchio di cui parlarvi!
Anche stavolta parliamo di un marchio tutto italiano ed eco-bio
oggi vi presento Piteraq.
Piteraq è un nuovo brand 100% made in Italy che produce una linea di makeup naturale realizzata per esaltare e sublimare la bellezza delle donne. I prodotti di Piteraq sono totalmente Vegan e a base di estratti biologici ed il loro packaging è eco compatibile.
Una delle più belle particolarità dei cosmetici Piteraq è che ognuno di essi prende il nome di un luogo affascinante che si trova sulla terra e che va a richiamare l'effetto cosmetico od una caratteristica intrinseca del prodotto: ad esempio il fondotinta Blue Lagoon trae il suo nome dalla Laguna Blu, un'area geotermale in Islanda costituita da un vasto specchio d'acqua che sembra respirare e dalla bellezza inaudita che per trasposizione infonde nel fondotinta una caratteristica proprietà traspirante. Al di là dei nomi poi i prodotti Piteraq hanno un'ulteriore peculiarità: ogni nuance è scritta come se fosse una coordinata geografica in cui la coordinata S (che sta per Sud) insieme alla coordinata O (che sta per Ovest) identifica quelli che sono i toni e sottotoni caldi mentre, viceversa, la N (che sta per Nord) e la E (che sta per Est) indicano i toni e sottotoni freddi. Le nuance sono poi ordinate in senso numerico crescente pertanto a numero maggiore corrisponde un colore più scuro mentre ad un numero minore un colore più chiaro.

Rossetto Chamarel 48°S
Quantità: 3,5 g
PAO: 12 mesi
Prezzo: 11,90 €
I rossetti Piteraq traggono il loro nome da Chamarel, una rinomata area geologica delle isole Mauritius ricca di una fitta vegetazione e di una sabbia formata da sette diversi colori che hanno ispirato le intense nuances in cui sono disponibili questi rossetti. 
Per quanto riguarda il packaging esterno di questi rossetti questo è totalmente in cartone e quindi ecosostenibile, mentre il bullet interno è in plastica. Su ogni rossetto è impresso un sigillo adesivo che assicura l'integrità del prodotto. Alla base inferiore del rossetto è posto poi un ulteriore adesivo colorato che riporta la coordinata specifica e quindi la nuance identificativa associata al rossetto.
Trovo che questo packaging sia assolutamente in tema con la filosofia ecobio del brand ma tuttavia trovo anche che il meccanismo per la rotazione e fuoriuscita del rossetto non sia molto solido, tant'è che una volta aperto il mio rossetto mi sono ritrovata con quest'ultimo con la punta tutta rovinata e rimasta schiacciata nel tappo (come potrete vedere voi stessi nella foto qui sotto). Ho prestato, come mia abitudine, la mia solita e massima attenzione all'apertura e so bene di non aver ruotato accidentalmente il bullet quindi credo che il rossetto mi sia arrivato difettato di per sé (il meccanismo traballa e non è per nulla solido e nella rotazione si fa fatica a ruotarlo correttamente) anche se il customer care mi ha assicurato che una cosa del genere non sia possibile perché i rossetti vengono controllati uno ad uno.. non so quindi cosa sia successo, ma sta di fatto che ho trovato il rossetto in queste condizioni e non ho voluto che il prodotto mi venisse sostituito perché con un pennellino avrei potuto utilizzarlo stesso e infatti così è stato. Spero quindi che questo sia stato un unico prodotto difettoso, ma vi raccomando sempre, con ogni rossetto, di prestare sempre molta attenzione alla sua apertura!
Venendo alla formulazione di questi rossetti che contiene il 91% di ingredienti naturali, i Chamarel contengono Olio di Albicocca dall'azione anti-age e protettiva contro i dannosi raggi UV e sono ricchi di vitamina A ed E e di burro di Karitè. Non contengono invece carminio, siliconi, etere di glicole, pegs, ftalati, edta, mineral oil, paraffina, ciclometiconi volatili, alcol, petrolati e glutine.
Di seguito vi riporto l'INCI completo del prodotto:
ricinus communis seed oil*, candelilla cera, prunus armeniaca kernel extract, oleic/linoleic/linolenic polyglycerides, silica, octyldodecanol, crambe abyssinica seed oil phytosterol esters, tocopherol, butyrospermum parkii butter*, parfum, prunus armeniaca kernel oil,* butyrospermum parkii extract, crambe abyssinica seed oil. 
può contenere / may contain: CI 77891 (titanium dioxide), CI 77019 (mica), CI 77491 (iron oxides), CI 77492 (iron oxides), CI 77499 (iron oxides), CI 77510 (ferric ferrocyanide), CI 77007 (ultramarine), CI 77742 (manganese violet), CI 15850 (red7), CI 19140 (yellow 5), CI 45410 (red27). 
*from organic source 

La texture di questo rossetto è cremosa al punto giusto, con una scorrevolezza piacevole ed un effetto velluto sulle labbra. La consistenza non è per nulla secca sebbene questi rossetti abbiano un finish matte: il rossetto scorre bene sulle labbra ma vi si aggrappa immediatamente non smuovendosi così dalla sua sede. Nell'applicazione il rossetto si applica in maniera precisa dal bullet, senza che sia necessario definire preventivamente il contorno delle labbra con una matita. Questo rossetto risulta essere particolarmente confortevole sulle labbra e molto idratante: nonostante il trascorrere delle ore, le labbra si mantengono morbide e nutrite, colorate intensamente e avvolte da un finish opaco. La coprenza e l'intensità del colore sono elevate sin dalla prima passata: il rossetto è altamente pigmentato e la stesura è davvero omogenea. Quanto alla sua durata trovo che per essere un rossetto bio sia davvero ottima: resiste bene circa 4 ore piene, ma naturalmente se si mangia o si beve tende a svanire - prima al centro labbra poi dai bordi -, anche se in maniera molto omogenea.
Disponibile in ben 7 diverse colorazioni, il rossetto Chamarel nella nuance 48°S viene definito sul sito come un "Rosso geranio intenso, con una decisa componente aranciata": la definizione è assolutamente calzante, infatti il colore ricorda proprio la nuance dei gerani rosso aranciati ed è una colorazione davvero vibrante, a tratti anche fluo, molto carica e con un sottotono caldo.

Ombretti Prismatic Spring 59°S & 50°N
Quantità: 2,5 g
PAO: 12 mesi
Prezzo: 7,90 €
Gli ombretti Prismatic Spring devono il loro nome al Grand Prismatic Spring, un luogo di suggestiva bellezza all'interno dello Yellowstone National Park: si tratta nello specifico della più grande sorgente d’acqua calda negli Stati Uniti ed è così incantevole poiché visivamente le sue acque risultano essere colorate da un mix di diversi colori accesi che vengono originati dai batteri che le popolano.
Per quanto riguarda il packaging di questi ombretti, così come per il rossetto, anche questo è costituito da cartone e presenta solo un piccolo oblò in plastica sottile e trasparente attraverso cui è possibile intravedere il colore dell'ombretto stesso. Sul fondo troviamo sempre l'indicazione della nuance con la rispettiva coordinata geografica.

Parlando della formulazione di questi ombretti, quest'ultima è arricchita da prodotti di origine vegetale come l’Olio biologico di Argan ed il burro di Karité, dalle azioni idratanti, anti-age, dermoprotettive, antinfiammatorie ed antiossidanti. All'interno di questi ombretti è presente poi il purissimo Olio di Baobab che regala alla pelle proprietà emollienti ed elasticizzanti. La presenza di questi oli ed ingredienti idratanti conferisce ai Prismatic Sprig una texture davvero setosa e quasi per nulla polverosa, addirittura leggermente burrosa. Nella formulazione di questi ombretti invece, così come per quella dei rossetti Chamarel, non troviamo carminio, siliconi, etere di glicole, pegs, ftalati, edta, mineral oil, paraffina, ciclometiconi volatili, alcol, petrolati e glutine
Vi riporto qui di seguito l'INCI completo di questi ombretti: 
mica, squalane, caprylic/capric triglyceride*, octyldodecanol, zinc stearate, oryza sativa powder*, tocopherol, zea mays starch*, benzyl alcohol, parfum, lauroyl lysine, adansonia digitata seed oil*, dehydroacetic acid, butyrospermum parkii butter, argania spinosa kernel oil*, calendula officinalis flower extract. 
può contenere / may contain: CI 77891 (titanium dioxide), calcium sodium borosilicate, CI 77491 (iron oxides), CI 77492 (iron oxides), CI 77499 (iron oxides), CI77510 (ferric ferrocyanide), CI 77007 (ultramarines), CI 77288 (chromium oxide green), CI 77289 (chromium hydroxide green), CI 77742 (manganese violet), CI 15850 (red7), CI 19140 (yellow 5), CI 45410 (red27). 
*from organic source
Entrambi gli ombretti in mio possesso hanno una pigmentazione davvero elevata alla prima passata: nella foto soprastante li vedete swatchati con una sola passata di prodotto. I colori sono vibranti, ricchi di riflessi e omogenei. Si stendono con incredibile facilità generando un fall out quasi del tutto inesistente: anche se si trascina il prodotto sulla palpebra il colore non perde di intensità né in riflessi ed il modo migliore per sublimare questi ultimi (nel caso di ombretti shimmer/satinati) è quello di utilizzare gli ombretti leggermente da bagnati. La loro sfumabilità è quindi eccellente così come il loro essere modulabili: possono essere facilmente stratificati senza creare accumuli di prodotto. Parlando di durata, anche questa è davvero ottima: sulla mia palpebra normale gli ombretti resistono giornate intere applicati da asciutti e senza basi. Sono assolutamente fenomenali non c'è altro da dire: sono degli ombretti bio ma con delle performance da ombretti non bio! I Prismatic Spring sono disponibili in diversi finish: io ho avuto modo di provarne uno shimmer ed uno satin.
Il 59°S viene definito come un "Color ruggine. Shimmer. Un rosa scuro, intenso e molto luminoso": effettivamente è una bella punta di rosso melograno con riflessi rosa caldi.
Il 50°N è definito invece come un "Color verde scuro, intenso, dal sottotono blu. Satin.": la colorazione è proprio questa riportata, un verde intenso e freddo, mentre il finish che sia satinato non lo si percepisce immediatamente dallo swatch su braccio (dal quale invece sembra essere un ombretto shimmer) ma lo si nota una volta applicato sulla palpebra, poiché perde una parte dei riflessi e mantiene una lieve satinatura.
Ombretto Prismatic 50°N su tutta la palpebra mobile e nella rima esterna inferiore.

Ombretto Prismatic 59°S su tutta la palpebra mobile e nella rima esterna inferiore.

In conclusione posso dirvi che sono rimasta molto colpita da questo nuovo marchio: mi piacciono molto le sue idee ispiratrici, le formulazioni e le colorazioni dei prodotti scelti. Piteraq è stata in grado di portare una nuova e fresca ventata di novità nel mondo della cosmesi bio italiana (Piteraq in lingua groenlandese è il nome con cui si identifica proprio un vento freddo di terra): vi consiglio davvero di provare qualche referenza di questo brand, i cui prodotti sono specificatamente descritti sul sito ufficiale. 
Ringrazio di cuore Piteraq per avermi fatto dono di questi prodotti e permesso di presentarveli a dovere.
Fatemi sapere se questo marchio eco bio vi ha colpite: 
quale prodotto vi è piaciuto di più? :) 
Scrivetemi un commento qui sotto.

Testati e recensiti per voi, alla prossima review ;)

lunedì 30 gennaio 2017

Veg-Up: collaborazione.

Finalmente ritorno sul blog con una nuova review per voi dopo un'assenza di quasi due settimane. Questo è per me un periodo di nuovi inizi e son stata fisicamente assente da casa, ma ora si ricomincia alla grande e voglio dedicare questa review ad una collaborazione che mi ha fatto molto piacere instaurare!
Oggi vi parlo di Veg-Up, un nuovo marchio italiano nel panorama della cosmesi eco bio.
Veg-Up è una linea di makeup totalmente naturale, biologica, vegan, non testata sugli animali e certificata BDHI, AIAB e Nickel Tested nata nel 2014 dai Laboratories BeWell.
Particolare attenzione viene prestata dal marchio al packaging dei prodotti che risulta essere si molto semplice ma pensato proprio nell'ottica di rispetto della natura pertanto ogni pack è realizzato interamente in cartone ed altri materiali riciclabili.
Quanto agli ingredienti utilizzati invece, questi sono attentamente controllati e provengono per la la maggior parte da coltivazione biologica: i coloranti utilizzati nelle formulazioni dei prodotti sono di origine vegetale
I prodotti Veg-Up risultano essere quindi dei prodotti interamente naturali in cui non vi è traccia di sostanze nocive o potenzialmente pericolose per la salute umana (non troviamo infatti al loro interno prodotti come siliconi, parabeni e petrolati). 
Potete acquistare i prodotti Veg-Up direttamente dal loro sito ufficiale o da altri rivenditori sia fisici che online: ad ogni modo sul sito del marchio è presente un'apposita sezione per permettervi di trovare il rivenditore fisico più vicino a voi.
L'azienda è stata così gentile da farmi scegliere i prodotti che avrei voluto testare (e che vedete nella foto soprastante) e così nello specifico ho provato un rossetto liquido e i 4 ombretti top sellers del marchio:
- Liquid Lipstick 07 Petunia;
- Eyeshadow 01 Nightdreams;
- Eyeshadow 02 Pink&Violet;
- Eyeshadow 03 Moonlight;
- Eyeshadow 05 Skyline.

Liquid Lipstick 07 Petunia
Quantità: 7 ml
PAO: 12 mesi
Prezzo: 16,00 €
Compralo QUI
Partiamo dal packaging di questo prodotto: il liquid lipstick è contenuto in un classico flaconcino tubulare da gloss che è però rivestito interamente da un cartoncino riciclato che ricopre anche il tappo in plastica. Il cartoncino, dal design e grafica molto semplici, lascia intravedere solo una sottile striscia del flaconcino in plastica trasparente attraverso la quale è possibile vedere il colore del prodotto contenuto al suo interno.
Una volta svitato il tappo a vite ci troviamo di fronte ad un forellino abbastanza largo che alla fine non risulta essere poco pratico in quanto permette una fuoriuscita comunque controllata di prodotto (anche in virtù della texture quasi per nulla liquida del prodotto in sé). Quanto all'applicatore questo è di piccole dimensioni ed in spugna (non eccessivamente porosa pertanto trattiene il prodotto al punto giusto senza assorbirne troppo) ed è tagliato in maniera obliqua per permettere di applicare il prodotto in maniera agevole e precisa anche negli angoli interni della bocca.
Sul sito ufficiale questo prodotto viene così descritto:
"Contiene principi attivi vegetali idratanti e protettivi. L’Acido Jaluronico volumizza e rassoda le labbra. Tenuta eccellente senza effetto collante, aroma discreto."
Il prodotto è definito come un rossetto liquido ed effettivamente ha una texture abbastanza liquida che però si discosta molto dalla tipica texture più acquosa di un gloss (tant'è che appunto non è un lucidalabbra, sebbene il suo finish sia semi-lucido). Vorrei soffermarmi meglio sulla consistenza di questo prodotto, che ho trovato essere molto particolare. Non appena si pensa ad un rossetto liquido lo si associa ad una texture fluida, non troppo densa e quasi sempre dal finish matte, questo prodotto però non ha nulla di tutto ciò. La sua texture è sì liquida, ma decisamente densa e collosa e nonostante quest'ultimo aggettivo possa spaventare una volta applicato il prodotto sulle labbra non crea fortunatamente l'effetto colla fra labbro superiore ed inferiore. Questa particolare consistenza credo sia proprio imputabile all'Acido Jaluronico contenuto nella sua formulazione che conferisce al prodotto una certa elasticità. Il prodotto va steso quindi con la massima attenzione, avendo cura di evitare di ripassare l'applicatore sul prodotto precedentemente steso se questo non si sia prima fissato (altrimenti l'applicatore trascina via il prodotto stesso). Con una sola passata il prodotto ha un finish abbastanza sheer e trasparente, ma volendo è un prodotto che si può stratificare per ottenere una coprenza maggiore ed un colore totalmente pieno. In linea generale questo prodotto ha un finish semi-lucido, che si opacizza lievemente al trascorrere del tempo formando una sorta di patina, una pellicola simile a quella che si crea sullo strato più esterno di una cioccolata calda fumante in tazza che si raffredda al contatto con l'aria fredda circostante.
Nella formulazione di questo rossetto liquido diversi sono gli ingredienti funzionali primo fra tutti l'Acido Jaluronico che riempie le labbra e dona loro un aspetto volumizzato, mentre tra gli altri i più importanti sono:
- Rhodiola: svolge un'azione rassodante e rigenerante;
- Laminaria Ochroleuca: dalle proprietà idratante e protettiva;
- Organic Apricot Oil: dagli effetti nutriente ed emolliente.

Di seguito vi riporto l'INCI completo di questo prodotto:
RICINUS COMMUNIS SEED OIL (RICINUS COMMUNIS (CASTOR) SEED OIL)*, PRUNUS ARMENIACA KERNEL EXTRACT (PRUNUS ARMENIACA (APRICOT) KERNEL EXTRACT), MICA, LIMONENE, SILICA, TOCOPHEROL, CITRUS MEDICA LIMONUM PEEL OIL (CITRUS MEDICA LIMONUM (LEMON) PEEL OIL), CITRAL, CITRUS AURANTIUM DULCIS PEEL OIL (CITRUS AURANTIUM DULCIS (ORANGE) PEEL OIL), LINALOOL, HYALURONIC ACID, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, AQUA (WATER), GERANIOL, MALPIGHIA PUNICIFOLIA FRUIT EXTRACT*, MALTODEXTRIN, BETAINE, SACCHAROMYCES CEREVISIAE EXTRACT, LAMINARIA OCHROLEUCA EXTRACT, RHODIOLA ROSEA ROOT EXTRACT, ASCORBYL GLUCOSIDE (Ascorbyl Glucoside).
MAY CONTAIN +/-: CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), CI 77491 (IRON OXIDES), CI 77492 (IRON OXIDES), CI 77499 (IRON OXIDES), CI 77007 (ULTRAMARINES), CI 77742 (MANGANESE VIOLET), 77019 ( MICA).
*da agricoltura biologica
100% natural origin / 80% organic
Questo rossetto liquido aderisce bene alle labbra e le rimpolpa, facendole apparire otticamente più voluminose. E' estremamente confortevole ed idratante. Non è un rossetto no trasfer e di conseguenza la sua durata non è delle migliori: senza mangiare né bere resiste comunque più di un gloss, sulle 3-4 orette circa, mentre va via appena si tocca cibo o qualcosa da bere. Considerando la tipologia di prodotto, la sua texture, il suo finish e la sua formulazione naturale ha comunque una durata del tutto considerevole.
Disponibile in 7 differenti colorazioni, la numero 07 Petunia è un colore molto particolare e difficile da descrivere, che a giudicare dall'immagine presente sul sito avrei immaginato fosse molto più scura e violacea: di base è un color rosso mattone spento (molto desaturato) che contiene al suo interno dei micro glitter sul fucsia freddo che conferiscono a questa tonalità una certa tridimensionalità e dei riflessi cangianti.

Eyeshadows 01 - 02 - 03 - 05
Quantità: 4 gr
PAO: 12 mesi
Prezzo: 17,50 €
Compralo QUI
Così come per tutti i prodotti Veg-Up anche gli ombretti singoli presentano un packaging semplice e rivestito di cartone riciclato: le cialdine sono inserite in un pack dalla forma circolare ed anche il tappo ad incastro è in cartoncino e presenta una sorta di oblò in plastica attraverso cui è possibile vedere direttamente i colori degli ombretti. Ogni cialda è suddivisa perfettamente a metà in due differenti colorazioni, una più chiara ed una più scura. A seconda degli ombretti, i finish possono essere differenti: perlati, satinati od opachiSul sito ufficiale questo prodotto viene così descritto:
"Contiene principi attivi che levigano e ricompattano la pelle. La ricchezza di pigmenti assicura una perfetta copertura e lunga tenuta."
Questi ombretti risultano essere davvero pratici e dal facile utilizzo, visto anche il loro packaging di dimensioni contenute. Le polveri di cui si compongono questi ombretti sono setose e sottili per i colori matte, leggermente polverose per i colori perlati e satinati. I colori più chiari e quelli opachi non hanno una pigmentazione elevata alla prima passata, ma possono essere leggermente intensificati e rendono maggiormente in intensità di colore se applicati su una base o primer. I colori più scuri e quelli perlati e satinati hanno invece una buona pigmentazione che può essere facilmente modulata in intensità, inoltre usando questi ombretti da bagnati ne vengono esaltati i riflessi e le particelle riflettenti contenute al loro interno. Le polveri opache sono molto sfumabili, ma essendo poco pigmentate in partenza sfumandole si perde maggiormente l'intensità della loro colorazione. La resa degli ombretti differisce da ombretto ad ombretto: ad esempio l'ombretto 03 che per colorazioni è stato a prima vista l'ombretto che preferivo una volta applicato rende davvero poco da solo ed è un vero peccato mentre l'ombretto 01 che mi era sembrato abbastanza banale ho trovato essere invece molto versatile e con colorazioni piene ed intense. Anche la durata è variabile: i colori più intensi riescono a durare anche per tutta la giornata sulla mia palpebra normale e senza basi, mentre quelli più chiari hanno una durata all'incirca di mezza giornata che può essere aumentata di qualche ora se utilizzati su opportune basi.
Nella formulazione di questi ombretti troviamo alcuni degli ingredienti funzionali presenti anche nel rossetto liquido (la Rhodiola e l'olio di Albicocca) e l'Organic Zea Mays, dalle proprietà ammorbidenti.
Di seguito vi riporto l'INCI completo di questo prodotto:
MICA, ZEA MAYS STARCH (ZEA MAYS (CORN) STARCH)*, SQUALANE, ZINC STEARATE, BENZYL ALCOHOL, PRUNUS ARMENIACA KERNEL OIL (PRUNUS ARMENIACA (APRICOT) KERNEL OIL*, DEHYDROACETIC ACID.
MAY CONTAIN +/-: CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), CI 77491 (IRON OXIDES), CI 77492 (IRON OXIDES), CI 77499 (IRON OXIDES), CI 77007 (ULTRAMARINES), CI 77288 (CHROMIUM OXIDE GREEN), CI 77742 (MANGANESE VIOLET), CI77289 (CHROMIUM HYDROXIDE GREEN).
*da agricoltura biologica – from Organic Farming
100% natural origin / 10% organic
Venendo alle colorazioni, Veg-Up propone ben 6 colorazioni di ombretti duo, io ho avuto modo di provarne ben 4:
- 01 Nightdreams: bianco ottico perlato e grigio antracite/nero fumoso perlato;
- 02 Pink&Violet: rosa confetto pallido matte e viola di media intensità perlato;
- 03 Moonlight: rosa antico/cipria satinato e taupe/malva rosato perlato;
- 05 Skyline: azzurro cielo chiarissimo matte e blu notte medio perlato.

Di seguito vi mostro due proposte di makeup realizzate con due di questi ombretti:
Ombretto 03 Moonlight: il colore più scuro sulla palpebra mobile, quello più chiaro nell'angolo interno.
Ombretto 01 Nightdreams: il colore più scuro sulla palpebra fissa, nella piega e nella rima esterna inferiore, quello più chiaro nell'angolo interno e sulla palpebra mobile.

Siamo giunti al termine di questa review: in conclusione posso dirvi che ho molto apprezzato i prodotti di questa linea makeup di Veg-Up per le loro formulazioni e non vi nascondo che sarei curiosa di provare anche altri prodotti (come le nuovissime e da poco uscite Matite Liquide per gli occhi). Se non amate i rossetti liquidi dal finish matte perché troppo poco idratanti per le vostre labbra vi consiglio di provare i rossetti liquidi di Veg-Up, faranno al caso vostro! Per quanto riguarda gli ombretti vi consiglio di scegliere bene le colorazioni da provare dal momento che resa e durata variano da nuance a nuance, anche perché il costo di un singolo ombretto è abbastanza elevato.
Ringrazio Veg-Up per questa collaborazione, che spero potrà essere continuativa.
Ditemi voi ora, questi prodotti vorreste provarli?
Quale prodotto vi incuriosisce di più?
Lasciatemi qui sotto un commento :)

Testati e recensiti per voi, alla prossima review ;)